Informazioni sulla fonte

Ancestry.com. Censimento federale negli Stati Uniti del 1900 [database online]. Provo, UT, USA: Ancestry.com Operations Inc, 2004.
Dati originali: United States of America, Bureau of the Census. Twelfth Census of the United States, 1900. Washington, D.C.: National Archives and Records Administration, 1900. T623, 1854 rolls.

 Censimento federale negli Stati Uniti del 1900

Questo database include tutte le persone registrate durante il censimento federale negli Stati Uniti del 1900, il dodicesimo censimento degli Stati Uniti. Inoltre, i nomi delle persone presenti nel prospetto della popolazione sono associati a immagini reali del censimento federale del 1900, copiate dai microfilm della NARA, T623, 1854 bobine. Se inizialmente il nome ricercato non viene reperito nella pagina alla quale si è collegati, è consigliabile effettuare la ricerca nelle pagine precedenti e in quelle successive dal momento che, alcune volte, pagine diverse sono indicate con lo stesso numero.

Agli incaricati preposti al censimento del 1900 era richiesto di registrare i nomi di tutte le persone del nucleo familiare. Agli incaricati era richiesto di includere nel censimento le seguenti categorie: il nome, l’indirizzo, il grado di parentela con il capofamiglia; il colore della pelle o le origini; il sesso; il mese e l’anno di nascita; l’età; lo stato civile; gli anni di matrimonio; il numero totale di figli nati dalla madre; il numero dei figli in vita; i luoghi di nascita di ogni persona e dei relativi genitori; se la persona fosse nata all’estero, l’anno di immigrazione e il numero di anni trascorsi negli Stati Uniti; lo stato di cittadinanza delle persone nate all’estero con oltre ventuno anni; l’occupazione; se la persona sapesse leggere, scrivere e parlare in inglese; se la casa fosse di proprietà o in affitto, se la casa facesse parte di una fattoria e se fosse ipotecata. Le categorie consentirono al Congresso di determinare le persone residenti negli Stati Uniti per la riscossione delle tasse e l’assegnazione dei seggi presso la Camera dei rappresentanti.

Pochissimi documenti rivelano i dettagli sulle persone e le famiglie rivelati dai censimenti federali negli Stati Uniti. I prospetti della popolazione sono "istantanee" in successione degli americani che ritraggono i luoghi e i modi di vita in determinati periodi del passato. Per questo motivo il censimento rappresenta il punto di partenza ottimale per le ricerche genealogiche dopo la consultazione dei documenti familiari.

Gli Stati Uniti sono la prima nazione ad avere effettuato censimenti a scadenze regolari. La Costituzione prevedeva l’istituzione di un censimento di tutte le "persone....esclusi gli indiani non tassati" per determinare la riscossione delle tasse e l’assegnazione dei seggi presso la Camera dei rappresentanti. I primi nove censimenti, dal 1790 al 1870, furono organizzati con il sistema della Corte federale degli Stati Uniti. A ciascun distretto veniva assegnato un ufficiale della polizia federale degli Stati Uniti che avrebbe nominato altri ufficiali per l’amministrazione del censimento. I governatori erano responsabili della registrazione nei territori.

La data ufficiale di registrazione del censimento del 1900 era il 1° giugno 1900. Tutti i quesiti posti erano riferiti a quella data. Nel 1900, l’Unione comprendeva quarantacinque stati, dei quali l’ultimo annesso era lo Utah mentre l’Alaska, l’Arizona, le Hawaii, il Nuovo Messico e l’Oklahoma erano registrati come territori.

Tratto da Szucs, Loretto Dennis, "Research in Census Records." del volume The Source: A Guidebook of American Genealogy, a cura di Loretto Dennis Szucs e Sandra Hargreaves Luebking (Salt Lake City: Ancestry, 1997).

William Dollarhide, The Census Book: A Genealogist’s Guide to Federal Census Facts, Schedules and Indexes, Heritage Quest: Bountiful, Utah, 2000).

I dati delle descrizioni dei distretti di censimento sono tratti da "The National Archives and One-Step" di Stephen P. Morse.